Comunicato Stampa del 11/05/2008 TORNA ALL'ELENCO COMPLETO

Federfarma e Rotary portano a scuola la cultura della prevenzione

Incontro con docenti e genitori sulla vaccinazione contro il papilloma virus umano

Far conoscere l’opportunità offerta dalla vaccinazione anti-hpv per prevenire il tumore del collo dell’utero: questo l’obiettivo dell’incontro che si è svolto nei giorni scorsi presso l’istituto scolastico Capuana, nell’ambito del progetto promosso da Federfarma e Rotary Catania Nord, in collaborazione con l’Azienda Usl3.
«Questo progetto - ha detto il prof. Salvo Di Leo, componente del Rotary Catania Nord - mira ad informare docenti e genitori sull’importanza del vaccino contro il papilloma virus umano. Da alcuni decenni la diagnosi precoce fa la differenza nella cura del tumore del collo dell’utero, che fino agli anni Cinquanta veniva scoperto quando era troppo tardi. Oggi, con il vaccino anti-hpv, cambia tutto e si fa un ulteriore, definitivo passo avanti: finalmente possiamo parlare di prevenzione primaria».
Nel suo intervento il tesoriere di Federfarma Catania dott. Pietro Aiello ha sottolineato la disponibilità dei farmacisti, in questa come in altre campagne di prevenzione e screening.
«Assieme al Rotary Catania Nord - ha detto Aiello - stiamo promuovendo una serie di incontri con dirigenti scolastici, docenti e genitori, per dare una corretta informazione sulla vaccinazione anti-hpv, rispondere ad eventuali domande ed evitare così che venga sprecata un’opportunità importante per eliminare il tumore del collo dell’utero dalla classifica delle prime cause di morte delle donne nel mondo.
Come farmacisti ci sentiamo molto vicini allo spirito di servizio del club Rotary e riteniamo che una buona prevenzione si attui anche e soprattutto attraverso una corretta informazione. I genitori, che oggi hanno la responsabilità di decidere per le loro figlie, devono essere informati sui vantaggi della vaccinazione anti-hpv, per poter fare una scelta consapevole».
La dott.ssa Aurora Scalisi, responsabile Screening ginecologico dell’Asl3, ha evidenziato che il vaccino anti-Hpv costituisce uno dei maggiori progressi medici dell’ultimo decennio. «Il vaccino anti-Hpv - ha spiegato Scalisi - viene somministrato gratuitamente dall’Asl3 alle dodicenni, poiché l’immunogenicità è massima nell’età adolescenziale. Invece nelle donne che hanno iniziato ad avere rapporti sessuali l’efficacia del vaccino è ridotta di circa il 40%, ma ciò non esclude che possano fare ugualmente il vaccino a proprie spese e, se hanno meno di 26 anni, possono usufruire del co-payment, uno sconto sul prezzo d’acquisto. Il vaccino – ha concluso Scalisi - ha finalità esclusivamente profilattiche e non terapeutiche, pertanto anche le ragazze vaccinate devono sottoporsi allo screening con pap test oncologico».
A conclusione degli interventi, i genitori e le ragazze presenti hanno posto numerose domande alla dott.ssa Scalisi per conoscere meglio i vantaggi e le eventuali controindicazioni della vaccinazione contro il tumore del collo dell’utero.
Il prossimo incontro del progetto Federfarma-Rotary Catania Nord si svolgerà martedì 13 maggio alle ore 11,30 nell’istituto scolastico Manzoni di Catania.

Catania, 11 maggio 2008

FEDERFARMACATANIA | Via Androne n. 76 | Cod. Fisc. 00255350878
Tel. 095 321357 | Fax 095 7158141 | direzione@federfarmacatania.it