Comunicato Stampa del 26/05/2009 TORNA ALL'ELENCO COMPLETO

Al via la prenotazione delle visite specialistiche in farmacia

Progetto sperimentale tra Federfarma Catania e ospedale Gravina di Caltagirone

Prenotare una visita specialistica ambulatoriale, un accertamento diagnostico o delle analisi di laboratorio, d’ora in poi sarà semplicissimo e veloce. Basterà entrare in una delle farmacie di Caltagirone e San Michele di Ganzaria che hanno aderito al protocollo d’intesa siglato stamani tra Federfarma Catania e l’azienda ospedaliera Gravina.
Il progetto, tra i primi del genere avviati nel Sud Italia, è stato testato nei giorni scorsi da alcuni “pazienti pilota” e prevede una fase sperimentale di sei mesi nei due comuni del distretto sanitario calatino.
«Il progetto sperimentale “Prenotaqui” – ha detto il presidente di Federfarma Catania Gioacchino Nicolosi, a margine della firma del protocollo – pone ancora una volta le farmacie al servizio del territorio. Da oggi, infatti, i cittadini potranno prenotare visite specialistiche, accertamenti diagnostici e anali di laboratorio, non solo telefonando al Cup o recandosi nei front office dell’azienda ospedaliera Gravina, ma anche entrando in farmacia. In questo modo sarà possibile evitare le code agli sportelli ed effettuare la prenotazione non soltanto negli orari d’ufficio ma in qualunque momento della giornata, grazie alla turnazione. Il farmacista, nel rispetto della privacy del cittadino e in assoluta riservatezza, inserirà nel sistema informatico i dati contenuti nella richiesta del medico di base e fornirà all’utente la ricevuta a conferma dell’avvenuta prenotazione. Questo progetto - ha proseguito Nicolosi - conferma la volontà della rete delle 274 farmacie etnee, di andare incontro ai bisogni della gente e lavorare sempre più in sinergia con il Servizio sanitario regionale di cui siamo parte integrante. Mi auguro che a conclusione della fase sperimentale, d’intesa con l’azienda sanitaria territoriale e con le altre aziende ospedaliere, il progetto “Prenotaqui” possa essere esteso a tutta la provincia etnea, per garantire a tutti i cittadini i medesimi standard di accesso ai servizi sanitari e snellire le attese agli sportelli».
Dopo la prenotazione in farmacia, chi è esente dal ticket potrà recarsi direttamente in ambulatorio o dallo specialista, nel giorno e all’orario indicati, presentando la ricevuta telematica. Mentre chi non ha l’esenzione potrà pagare il ticket nel nuovo sportello informatizzato “Puntogiallo”, appositamente istituito presso il Cup dell’ospedale Gravina. In questo modo l’utente eviterà di passare dai tradizionali sportelli e fare lunghe code.
«L’attivazione, per primi a Caltagirone, del servizio di prenotazione telematica delle prestazioni specialistiche ambulatoriali - ha osservato il direttore generale dell’azienda “Gravina” Carlo Romano - rappresenta un ulteriore tassello di quel percorso virtuoso avviato da tempo dall’Azienda, per migliorare la qualità delle prestazioni sanitarie erogate. In particolare, il progetto “Prenotaqui” è stato realizzato grazie alla disponibilità delle farmacie territoriali, che hanno adeguato le loro dotazioni tecnologiche agli standard richiesti, per garantire un efficiente collegamento con il nostro Centro unificato di prenotazione (Cup) aziendale. Noi stiamo facendo da apripista, ma il nostro obiettivo è di essere integrati a breve in un Cup provinciale o addirittura regionale, in cui tutte le strutture sanitarie possano essere inserite in un’unica rete. La fase di start up, avviata nei giorni scorsi con alcuni “pazienti pilota”, ci ha consentito di testare da subito l’elevato gradimento per l’iniziativa».
Dopo i primi sei mesi di attività, sarà istituita un’apposita commissione paritetica per verificare i risultati del progetto e deciderne l’eventuale proroga.

Catania, 26 maggio 2009

FEDERFARMACATANIA | Via Androne n. 76 | Cod. Fisc. 00255350878
Tel. 095 321357 | Fax 095 7158141 | direzione@federfarmacatania.it