Comunicato Stampa del 05/09/2007 TORNA ALL'ELENCO COMPLETO

Conclusa la campagna Federfarma sulla corretta contraccezione

Dalle farmacie etnee la maggiore adesione a livello nazionale

Si è conclusa nelle 274 farmacie della Provincia la campagna nazionale sull’educazione contraccezionale a cui ha aderito anche Federfarma Catania, facendo registrare la maggiore adesione, a livello nazionale, da parte delle farmacie etnee.
Per tutta l’estate, infatti, i farmacisti hanno dato informazioni e consigli agli utenti, soprattutto ai giovanissimi, ed hanno distribuito gratuitamente brochure e depliant sull’educazione sessuale.
«Questa campagna sulla corretta contraccezione – ha detto il presidente di Federfarma Catania dott. Gioacchino Nicolosi – ci ha visti in prima linea, rispetto alle farmacie di tutta Italia, nella promozione di una corretta educazione sessuale rivolta soprattutto alle giovanissime, che sempre più spesso entrano in farmacia solo per acquistare la pillola del giorno dopo, senza sapere che non è un contraccettivo ma un metodo abortivo che provoca forti scompensi ormonali. Basterebbe parlare di più di metodi anticoncezionali per evitare di correre ai ripari quando è tardi. Dobbiamo prendere atto che l’età del primo rapporto si è abbassata notevolmente, infatti sempre più dodicenni/quattordicenni chiedono, dietro prescrizione medica, la pillola del giorno dopo. Spesso queste ragazze non riescono ad avere un dialogo con i genitori e in questi casi la farmacia vuole diventare per loro un centro di informazione, un punto di riferimento.
Come farmacisti - ha proseguito Nicolosi - sentiamo più che mai il dovere di essere presenti sul territorio, di dare una risposta per ogni bisogno. In autunno abbiamo in programma di organizzare, in sinergia con le istituzioni locali, un corso per le badanti straniere, che sono sempre più numerose a Catania, per insegnare loro l’Abc del farmaco e le nozioni minime per assistere un anziano non autosufficiente. Stiamo lavorando anche per la realizzazione di altre iniziative, che ci porteranno in diverse piazze cittadine per incontrare la gente e dare informazioni su numerose patologie, perché riteniamo che non sia possibile delegare ad altri la nostra professionalità e che la vera sfida per la farmacia, oggi, si giochi sul terreno dei servizi al cittadino.
Il rapporto farmacista/cliente nelle grandi città – ha concluso Nicolosi - sta cambiando e noi vogliamo cambiare per andare incontro alla gente. Da tempo Federfarma Catania sta lavorando ad un progetto di “Farmacia del futuro”, intesa come punto di incontro tra domanda e offerta di salute, per individuare tutte le esigenze sanitarie dei cittadini e adeguare il servizio che abbiamo sempre prestato ai nuovi bisogni della popolazione. Ovviamente il farmacista non può sostituirsi al medico o all’infermiere, con i quali ha un rapporto attivo di collaborazione, ma può dare ai propri clienti una serie di consigli per migliorare la qualità della vita, perché le cure non sono fatte solo di farmaci>.

Catania, 5 settembre 2007

FEDERFARMACATANIA | Via Androne n. 76 | Cod. Fisc. 00255350878
Tel. 095 321357 | Fax 095 7158141 | direzione@federfarmacatania.it